venerdì, novembre 10, 2006

Manifestazione a Milano


venerdì, settembre 15, 2006

Fuori la guerra dalla storia
VENERDI' 22 SETTEMBRE
Ore 21
nel Salone Estense
Palazzo Comunale
Via Sacco, 5 - Varese

Incontro con
la Senatrice LIDIA MENAPACE
Vice Presidente della Commissione Difesa del Senato
sul tema:
"Missioni di pace, missioni di guerra"

Le Donne in Nero invitano tutte e tutti a partecipare alla serata, data l'estrema dell'argomento.

www.donneinnerovarese.org donneinnerovarese@yahoo.it

giovedì, agosto 03, 2006

Corteo per la pace in Libano
Cessare il fuoco e dialogare.

Il Comitato “Il Libano sopravvivrà”, costituitosi con lo scopo di sensibilizzare i cittadini e le istituzioni di Varese, lanciare un messaggio di pace e incentivare il dialogo sul delicato tema del conflitto tra Israele e Libano, organizza per sabato 5 agosto un corteo nel centro di Varese.

Al di là di ogni presa di posizione e valutazione politica o ideologica, il Comitato “Il Libano sopravvivrà” intende solo chiedere il “cessate il fuoco” per fermare la strage di civili libanesi e la distruzione delle infrastrutture indispensabili all’economia del paese.

PROGRAMMA

Ore 17.30 concentramento davanti alla stazione di Varese delle Ferrovie dello Stato, piazzale Trento- Trieste

Ore 18.00 partenza del corteo dalla stazione di Varese delle Ferrovie dello Stato

Il corteo seguirà le vie del centro e giungerà in piazza Carducci

Ore 19.00 Fine corteo e concerto di musica libanese


ADESIONI

Il corteo è aperto a tutti, libanesi, italiani e di ogni nazionalità. Se ci fossero israeliani o ebrei italiani con il desiderio di dialogare e confrontarsi civilmente, saranno i ben venuti.

Se pensate di poter partecipare e di assicurare un gruppo (piccolo o grande) di persone vi preghiamo di comunicarcelo ai contatti qui sotto, indicando una stima del numero dei partecipanti previsti.

AVVERTENZA

Durante il corteo vi chiediamo di esporre solo bandiere del Libano, dell’Italia e della pace, e di non portare bandiere di partiti politici (italiani o esteri).

Vi chiediamo inoltre di evitare di intonare slogan o ritornelli violenti, offensivi o di odio razziale (per questione di permessi e autorizzazioni della questura, evitando così il rischio di multe o sanzioni).

PER INFORMAZIONI E ADESIONI

Ghassan Skaini skainighassan@hotmail.com

Alessandro Gini alessandrogini@gmail.com


lunedì, luglio 24, 2006

Invito ARCI
A tutti coloro che sono intervenuti alla manifestazione di mercoledi' 19 luglio in piazza Liberta', a tutti coloro che avrebbero voluto intervenire, a tutti coloro che vorrebbero discutere della attuale situazione in Palestina e Libano, per valutare un "che fare" assieme a Varese:

Sei invitato

ad un momento di informazione-riflessione-discussione-proposta, in piena liberta', indetto nello stesso spirito della manifestazione del 19, presso la sede ARCI di via Del Cairo a Varese per le ore 21 di giovedi 27 luglio.
La festa è finita
La Festa di Rinascita a Brenta è finita. Ringraziamo i compagni di Brenta, l'Arci Calabria, la Pro Loco, tutti quelli che ci hanno aiutato e tutti coloro che hanno partecipato.

domenica, luglio 16, 2006

Festa de "La Rinascita"
FESTA DE "LA RINASCITA" 2006 a BRENTA

Organizzata dai compagni della Valcuvia, con la collaborazione dell'Arci Calabria e di alcuni simpatizzanti del partito, la festa si terrà il 21, 22 e 23 Luglio a Brenta, in Valcuvia.

La festa inizierà Venerdì intorno alle ore 18.00. Questa prima serata, organizzata con la partecipazione dell'ARCI Calabria, comprenderà un'esposizione di prodotti d'artigianato e, a seguire, una cena a base di piatti tipici accompagnata dalla musica popolare del cantante Cosimo Tassone.

Sabato a partire dalle ore 16.00 proseguiremo l'approfondimento politico e culturale con una mostra fotografica; chiuderemo la serata con cucina rustica e la musica di Gilberto.

Domenica il pranzo sarà servito alle ore 12.30; alle 17.00 assisteremo ad un dibattito politico tra gli amministratori locali, la Senatrice Maria Pellegatta ed alcuni rappresentanti del PdCI. La festa si concluderà, dopo cena, con una serata danzante a cura di G. Battista.

Al bar serviremo panini, bibite e birre a qualsiasi ora.

giovedì, giugno 29, 2006

PositiVaibration 2
Il gruppo POSITI_VA invita
Lunedì 3 luglio 2006
Ore 21.00
presso il circolo QueiBraviRagazzi
piazza De salvo 5, VARESE
singoli, associazioni, gruppi per iniziare a parlare di PositiVaibration 2. Dopo il successo riscontrato dalla Street Parade dell’ottobre scorso, abbiamo pensato di riproporre il bis. Una Street Parade per rivendicare la necessità di spazi per la libera aggregazione, di laboratori di organizzazione, espressione e partecipazione aperti e accessibili a tutti.
La nostra riflessione, sulla quale vorremmo confrontarci con tutti voi, nasce dalla consapevolezza di trovarci in un territorio, quello varesino, privo di stimoli e di luoghi di aggregazione, di scambio e di confronto reciproco, di spazi dove poter fare libera informazione, esprimere le proprie idee e bisogni o semplicemente ritrovarsi per la gioia e la voglia di stare insieme. Un territorio che limita la libertà di movimento e che, troppo spesso, rende impossibile o a condizioni irragionevoli la realizzazione di eventi, momenti di festa, di aggregazione, di scambi culturali, dove la burocrazia necessaria sta diventando sempre più opprimente e costosa, con oneri quasi impossibili da sostenere tanto per le associazioni organizzate, quanto, e ancor di più, per le singole persone.
A Varese soprattutto chi s’impegna per realizzare momenti di aggregazione e festa senza disponibilità di grosse cifre e senza scopi commerciali si trova a dover lottare contro veri e propri muri, senza aver, peraltro, la possibilità di accedere a spazi pubblici da utilizzare e da allestire a prezzi sostenibili.
Questo incontro vuole quindi essere, innanzitutto, un momento per dar vita a uno scambio reciproco di idee e per decidere e condividere insieme la realizzazione di questa iniziativa, ognuno liberamente apportando il proprio contributo e il proprio modo di essere.
Per una Varese attiva e partecipata, dove le persone possano trovare il proprio spazio e condizioni più sostenibili e accessibili non solo in termini economici, ma anche logistici e di tranquillità per chi propone le iniziative, per chi le vive e per chi abita nel nostro territorio, vi aspettiamo numerosi!

sabato, giugno 24, 2006

Chiusura campagna referendaria
Ieri, venerdì 23 Giugno, a Somma Lombardo, in occasione della festa di Rinascita, si è conclusa la campagna referendaria del PdCI. Erano presenti la senatrice Maria Pellegatta, il segretario provinciale Ennio Melandri, il neoeletto consigliere comunale di Varese Pippo Pitarresi, il presidente dell'Arci Calabri Giovanni Iannizzi ed altri compagni. Abbiamo ribadito i motivi della nostra scelta di voto e il dovere di respingere il tentativo di manomissione della Costituzione Italiana compiuto dalle destre. Nonostante più di cinquanta articoli siano stati modificati, la maggioranza di allora non si è preoccupata di stabilire un accordo con l'opposizione né, tantomento, di informare e dialogare con il legittimo proprietario della Costituzione stessa, ovvero il popolo italiano. Il sottile disprezzo per le istituzioni ed i valori della democrazia, che la CDL ha dimostrato a più riprese durante le campagne elettorali (compresa quella appena conclusa), è evidente anche nel contenuto della loro - e soltanto loro - riforma. La tanto celebrata modernizzazione dell'apparato statale non è altro che una farsa: la cosiddetta "devolution" non farebbe altro che riportarci prima ad un'Italia pre-garibaldina (smembrata in una ventina di italiette, alla faccia di ogni "alleanza nazionale"), poi ad un'Italia à l'ancient régime (in cui diritti e aspettative di vita sarebbero imposte dal luogo di nascita), con un aumento esponenziale della migrazione interna.
Inoltre, il concentramento di troppi poteri in un'unica persona (il Presidente del Consiglio) ed il contemporaneo indebolimento delle istituzioni di garanzia (Magistratura e Corte Costituzionale) condurrebbe di fatto ad una forma appena cammuffata di monarchia.

La sezione del PdCI di Varese (Cino Moscatelli)